Specialisti della complessità

0
105

Nell’azienda visitata nella provincia milanese i lavori più graditi sono quelli che riguardano particolari complessi in piccole quantità e anche in pezzi singoli. Ciò in virtù di una smodata passione per la meccanica, una capillare programmazione del processo produttivo e di macchine all’avanguardia dove l’automazione è davvero spinta.

Figlia della quarta rivoluzione industriale, porterà alla smart manufacturing, ovvero ad una produzione interamente automatizzata e interconnessa. È l’Industria 4.0, con la quale le nuove tecnologie digitali avranno un impatto profondo nell’ambito di quattro direttrici di sviluppo: la prima riguarda l’utilizzo dei dati, la potenza di calcolo e la connettività; la seconda è quella degli analytics (una volta raccolti i dati, bisogna ricavarne valore); la terza è l’interazione tra uomo e macchina, che coinvolge le interfacce touch, sempre più diffuse, e la realtà aumentata; infine c’è il settore che si occupa del passaggio dal digitale al “reale”, e che comprende la manifattura additiva, la stampa 3D, la robotica, le comunicazioni, le interazioni machine-to-machine e le moderne soluzioni per immagazzinare e utilizzare l’energia in modo mirato. L’Industria 4.0, insomma, prevede strategie d’azione al passo con i tempi che tutte le imprese intenzionate a prepararsi adeguatamente al futuro dovranno il più possibile far proprie, come da tempo sta cercando di fare la Saracchi S.r.l. di Vittuone (MI), da quasi quarant’anni nel campo del truciolo, con una predilezione particolare per la tecnologia della fresatura.

L’articolo prosegue all’interno dello sfogliabile, da pagina 58: http://bit.ly/2BL3j9e.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here