Mazak ad EMO 2017 con 5 nuovi centri di lavoro

0
17

Quattro nuovi centri di lavoro verticali hanno fatto il loro debutto mondiale presso lo stand Yamazaki Mazak a EMO 2017, assieme a un’ulteriore macchina esposta per la prima volta in Europa.

Una delle soluzioni di spicco in esposizione è stata la VTC-800/30SR, un’unità costruita nel Regno Unito e in grado di eseguire una contornatura completa a 5 assi dotata, per la prima volta, di CNC SmoothX. La macchina, destinata ai settori automotive, aerospaziale e contoterzi, vanta una struttura a montante mobile, perfettamente adatta alla lavorazione di pezzi estremamente lunghi e pesanti. La massima produttività è garantita da un mandrino di fresatura ad alta velocità da 18.000 giri/min, 35 kW (50% ED). La testa del mandrino incorpora un asse B rotante che, unito alla tavola rotante CN, offre una lavorazione simultanea a 5 assi completa. La tavola rotante CN Mazak favorisce grande versatilità con opzioni di montaggio verticale o orizzontale sul lato destro o sinistro della macchina. La precisione e la ripetibilità per entrambi gli assi rotanti sono garantite dal design del sistema di camme a rulli privo di gioco. La flessibilità si ottiene grazie a una paratia divisoria centrale opzionale che consente la trasformazione della lunga tavola di lavorazione in due zone di lavoro separate.

Altra protagonista è stata la VTC-800/20SR con sistema Sinumerik 840D sl, per gli utenti che hanno standardizzato le loro procedure di lavoro su controlli Siemens. La 800/20SR è equipaggiata con un mandrino principale da 18.000 giri/min 44,4 kW (S6-25%) e avanzamento di 50 m/min sugli assi X, Y e Z. Come la sorella gemella, anche la 800/30SR dispone di cambio utensili automatico da 30 posizioni di serie.

Terzo modello della serie VTC ad Hannover è il VTC-760C basato su Siemens 828D. Il design a montante mobile restituisce un’ottima versatilità di lavorazione, compresa una configurazione a doppio carico. La macchina è compatta con una lunga corsa dell’asse X e un’ampia tavola fissa da 2.300 mm con un’eccellente stabilità. Ma soprattutto, la VTC-760C è una macchina ad alto rendimento, con mandrino da 12.000 giri/min 16 kW (S6-25%) e avanzamento di 42 m/min sugli assi X, Y e Z.

Spazio poi per la VCN-530C, un centro di lavoro verticale equipaggiato con mandrino di fresatura ad alta velocità da 18.000 giri/min. Il pacchetto comprende il raffreddamento mediante viti a sfere su assi X, Y e Z, completato dall’Intelligent Thermal Shield di Mazak per assicurare una precisione di lavorazione costante. La durata del ciclo di lavoro è ridotta per merito di una velocità di avanzamento che raggiunge i 42 m/min, capacità di accelerazione e decelerazione sopra la media e un tempo truciolo-truciolo di 2,8 secondi. La facile accessibilità alla struttura di lavorazione è ottenuta tramite due ampie porte anteriori, mentre la stabilità della macchina è permessa da resistenti guide lineari a rulli su tutti gli assi. La VCN-530C è predisposta per il sistema SmoothG.

Durante l’esposizione, tutte le macchine VTC e VCN sono state connesse live all’innovativa infrastruttura Industry 4.0 di Mazak. Ciò ha dato la possibilità alle macchine di mostrare ai visitatori i dati di produzione in tempo reale, evidenziando come la tecnologia può facilitare la condivisione delle informazioni tra il reparto lavorazione e gli uffici di gestione.

Sempre in occasione della kermesse tedesca, Mazak ha esposto anche per la prima volta in Europa la nuova VC-Primos 400 SG con cambio pallet a 2 posizioni. Fabbricato a Singapore, si tratta di un centro di lavoro verticale con mandrino cono ISO 30 ad alta velocità progettato per una vasta gamma di processi e ideale per più applicazioni e per la gestione di volumi importanti nel campo della componentistica. Le forme compatte della VC-Primos agevolano l’utilizzo e la manutenzione, compresa l’implementazione di una tavola a struttura fissa per l’efficace rimozione di trucioli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here