Energia eolica: tutte le ultime innovazioni a Composites Europe 2017

0
179

L’industria mondiale dell’energia eolica sta vivendo un’ascesa intensa e veloce. La previsione del Consiglio Mondiale per l’Energia Eolica (GWEC) mostra entro il 2021 un incremento di circa il 64% della portata dell’energia elettrica in tutto il mondo. Il mercato che presenta la crescita maggiore ad oggi è la Danimarca (40%) seguita da Uruguay, Portogallo e Irlanda con più del 20% ciascuno. La crescita in Germania è del 16%. Queste cifre rendono l’energia eolica una delle industrie in maggior crescita per l’uso delle plastiche rinforzate in fibra di carbonio.

A Composites Europe, che avrà luogo dal 19 al 21 settembre 2017 a Stoccarda, si affronteranno i problemi attuali dell’industria e gli ultimi trend nel settore dell’energia eolica. Con un focus day, varie aree di esposizione speciali e diversi highlights nel programma, le compagnie rappresentanti l’industria dell’energia eolica avranno la loro piattaforma dedicata all’interno della fiera.

L’esperto di energia eolica Alexander Krimmer, professore all’Istituto di Aeronautica della Berlin Technische Universität, si è interessato degli aspetti che hanno a che fare con la distribuzione delle plastiche rinforzate con fibra di carbonio: “L’utilizzo di questi materiali è ancora controverso nel settore ed è anche la ragione per cui ancora molte pale eoliche sono composte solamente da plastiche rinforzate con fibra di vetro”. La difficoltà maggiore, spiega, deriva dal fatto che non si può calcolare in maniera esatta la misura e la lunghezza delle pale così da dare un senso all’utilizzo della fibra di carbonio, molto più cara per ragioni di rigidezza, forza e stabilità.

Krimmer, la cui esperienza sul campo deriva dal suo lavoro come team leader presso Euros Entwicklungsgesellschaft für Windkraftanlagen, esprime il suo punto di vista sull’argomento: “L’impiego della fibra di carbonio ha senso quando vengono utilizzate pale più lunghe, che permettono alle turbine eoliche di generare un rendimento significativamente maggiore”.

Per permettere ad una turbina di raggiungere il suo rendimento anche con poco vento, aggonge Krimmer, è necessario che vengano sviluppate nuove pale sottili ed estremamente lunghe. Produrre queste pale con la necessaria rigidezza richiede il composito al carbonio, sottolinea.

Specialisti dell’industria come Gaugler & Lutz, Saertex, Hexion, Gunnar International, Gurit e TenCate saranno a Composites Europe per affrontare le richieste dell’industria dell’energia eolica riguardo alle plastiche rinforzate con fibre di carbonio. Mostreranno le ultime novità in termini di equipaggiamento e processi di manifattura per i produttori di turbine. Il primo giorno della kermesse sarà il momento clou. Seguendo lo slogan “Il Vento incontra i Compositi”, specialisti, buyers e scienziati incontreranno gli esperti dell’industria dei compositi per dare vita al focus day sul vento. Gli argomenti includeranno l’impatto della scelta di materiali diversi, i processi di produzione, certificazione e automazione.

Krimmer afferma che molte questioni rimangono aperte, soprattutto riguardo all’automazione ma anche alla produzione delle pale, poichè fino ad ora ha prevalso la produzione manuale: “Non vedo uno sviluppo a breve del livello di autonomazione. A tal proposito, è necessario migliorare la comprensione del comportamento strutturale e materiale dei compositi così da poter affrontare rapidamente le prossime innovazioni in modo strutturale e sistematico senza passare per un processo di prove ed errori. Questa è un’altra ragione per scambiarsi idee”. Diversi eventi durante la giornata dedicata al vento daranno ispirazione ai visitatori su questo e altri argomenti, incluso il Composites Forum (Hall 6, stand B76) dalle 15 alle 17. Gli oratori esamineranno le questioni attuali dell’industria. L’ingresso è gratuito per i visitatori della fiera. Gli espositori presenteranno i loro nuovi prodotti presso la Wind Energy Innovation Area nell’Hall 4, stand E29.

Non solo: verranno organizzati due tour guidati che offriranno la possibilità di scambi reciproci. Dale 12 alle 13 e dale 14 alle 1, sarà possibile ricevere informazioni mirate sulle ultime innovazioni da una decina di espositori. Le tappe includeranno Airtech Europe, Bufa, DLR, Gunnar, Hexion, iMT Sprax System, Röchling Engeneering Plastics, Saertext e Vosschemie

Composites Europe offre inoltre la vantaggiosa opportunità di guardare oltre i propri orizzonti, così come sostenuto da Krimmer: “Io vado anche per parlare con gli esperti di altri settori che mi stupiscono con nuove soluzioni”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here