Maurizio Porta, flessibilità produttiva

0
328

maurizio-portaNon più solo costruttore di macchine utensili, ma realtà specializzata nello studio di processi di produzione competitivi per le aziende, incentrati sulla flessibilità produttiva: di questa dinamica realtà ce ne ha parlato Maurizio Porta, amministratore delegato di Porta Solutions SpA.

Qual è la strategia operativa con cui la vostra realtà si muove sul mercato di oggi e ne affronta le diverse sfide?

La strategia della nostra compagnia è stata messa a punto dopo la crisi del 2008: il mondo, infatti, da quella data è totalmente cambiato. Anche noi quindi siamo cambiati e ci proponiamo perciò in modo totalmente diverso. Oggi, dunque, Porta Solutions non è più solo un costruttore di macchine utensili, ma è una realtà specializzata nel proporre ai propri clienti processi di produzione competitivi, basati sulla flessibilità produttiva“.

Quali sono le peculiarità che contraddistinguono la vostra attività sul mercato?

Proponiamo macchine che puntano ad abbattere il magazzino finito, grazie alla grande velocità che offrono nel cambio produzione, vale a dire solo 15 minuti. In tal modo, infatti, il cliente è veloce nel produrre solo il venduto“.

Quali soluzioni offrite alle esigenze che clienti e mercato esprimono oggi maggiormente?

Offriamo soluzioni flessibili che sono in grado di adattarsi velocemente con costi bassissimi al cambiamento di un mercato che oggi si definisce liquido e, dunque, non è prevedibile“.

Tradizione e innovazione: come si coniugano nella vostra realtà e quali risultati portano?

La tradizione si può ritrovare tutta nel metodo di progettazione del Multicenter e nel nostro know how, acquisiti sin dal lontano 1958, così come l’innovazione si ritrova anch’essa nella soluzione del Multicenter, che risulta essere innovativo e adatto a quelli che sono i recenti scenari di mercato“.

Come interpretate il concetto di versatilità, così sentito nelle attuali dinamiche di mercato?

Il concetto di versatilità è alla base stessa della proposta di flessibilità produttiva di Porta Solutions, per cui rappresenta il nostro punto di partenza, nonché il nostro principale elemento di forza“.

Quale importanza riveste l’attività di Ricerca & Sviluppo nel contesto di un lavoro come il vostro?

L’attività di Ricerca & Sviluppo è parte predominante del lavoro di Porta Solutions. È infatti il presupposto che ci ha permesso di arrivare alle soluzioni che oggi stiamo offrendo, riscontrando un ottimo successo sul mercato“.

Quali sono i vostri obiettivi di ogni giorno e quali i progetti a breve, medio o lungo termine?

Nel breve periodo ci stiamo concentrando nel potenziamento della produzione in serie del Multicenter, con l’espansione di una nuova area di assemblaggio e ulteriori assunzioni. Mentre nel lungo periodo stiamo lavorando per mantenere i prezzi bloccati a 499 mila euro, pur migliorando il prodotto: questo grazie ai nostri fornitori e all’aumento di volumi che stiamo mettendo a segno“.

Quali prerogative fondamentali caratterizzano la vostra offerta di macchine multicenter?

Due sono i pilastri che reggono la nostra proposta in ambito Multicenter: la consegna in tre mesi e il prezzo più basso della categoria. I tempi di consegna sono un aspetto molto importante nel mondo del lavoro moderno e quelli eccellenti da noi offerti sono un fondamentale supporto ai progetti della clientela“.

E per quanto riguarda le vostre macchine transfer? Come si caratterizzano?

Nonostante le macchine transfer rappresentino oggi solo una piccola parte del fatturato di Porta Solutions, sono comunque anch’esse caratterizzate da configurazioni più flessibili rispetto al passato“.

Quali sono attualmente le vostre proposte più interessanti, o quelle su cui puntate di più?

Parliamo ancora una volta di Multicenter, che ci vede in primo piano nel settore per consegna, prezzo e prestazioni. È la soluzione ideale per chi ha l’esigenza di rimanere al passo con l’evoluzione del mercato. Chi deve produrre lotti medio-piccoli, con frequenti cambi di produzione, ma anche chi deve realizzare grandi serie, può optare per questa macchina, che rappresenta l’alternativa al bimandrino. Il Multicenter può essere fornito nella versione a 3 o 5 mandrini: queste macchine consentono una concreta ottimizzazione di risorse in manodopera, automazione, costo delle attrezzature, area occupata ed errori su ripresa pezzo“.

Quali sono i servizi pre e post vendita che mettete a disposizione della vostra clientela?

Un servizio molto apprezzato ultimamente è costituito dalla proposta ‘Test Drive’, o in gergo interno ‘Prova Tommaso’, dove prima di firmare il contratto, utilizzando un Multicenter Demo realizziamo un vero e proprio test drive, eseguendo la lavorazione del componente da produrre nei tempi ciclo studiati. Per quanto riguarda invece il post vendita, i contratti di manutenzione preventiva sono molto apprezzati: ci prendiamo infatti cura della manutenzione in modo tale che la macchina sia sempre al meglio delle prestazioni e mantenga il suo valore nel tempo“.

Quale valore attribuite a formazione, aggiornamento e motivazione del vostro personale?

Il pilastro portante di Porta Solutions è senza alcun dubbio il personale che vi lavora. Realizziamo diversi corsi durante tutto l’anno, che vanno dalle lingue straniere ai corsi di idraulica e pneumatica, dai corsi di programmazione ISO ai corsi presso fornitori come Fanuc e Siemens, fino ai corsi per meglio sfruttare i software di progettazione Autodesk. Tutto questo viene coordinato da una risorsa interna, che segue e verifica la crescita del personale e lo accompagna anno dopo anno, documentando nella scheda personale di ogni risorsa prima gli obiettivi e verificando in seguito i risultati raggiunti“.

_______________________________________________

Nel segno della flessibilità produttiva

Porta Solutions SpA è una società di 80 dipendenti specializzata nello studio di processi di produzione competitivi per il mercato, impostati sulla base della flessibilità produttiva. Partendo da questo concetto, il prodotto di punta di Porta Solutions è il Multicenter, studiato per permettere al cliente di abbattere il magazzino finito grazie a cambi di produzione rapidi, in 15 minuti, e puntando alla produzione del solo il venduto, secondo le nuove regole del mercato.
Questo innovativo modo di proporsi – non più solo come costruttore di macchine utensili, ma anche di processi di produzione competitivi – ha portato Maurizio Porta (amministratore delegato di seconda generazione) a scrivere un libro di 220 pagine dal titolo “Flessibilità Produttiva” che spiega, in modo dettagliato, questo nuovo metodo per affrontare le sfide del mercato dopo la crisi del 2008 e ottenere successo.

di Carla Casartelli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here