Flessibilità, produttività e qualità: in una parola, transfer

0
106

dettaglio cambio utensile btb-m10Per soddisfare le esigenze di produzione di particolari grezzi e lavorati in ottone, rame e alluminio, Brawo vanta un ampio e diversificato parco macchine, all’interno del quale ci sono anche alcuni impianti progettati e realizzati da BTB Transfer. Stiamo parlando di macchine altamente personalizzate, dotate di svariate stazioni e utensili che permettono di lavorare con grande competitività volumi significativi di prodotti anche molto complessi in un unico piazzamento.

Riconosciuto come il distretto industriale che vanta la più alta percentuale di successo tra gli operatori per la lavorazione di leghe metalliche (tanto da guadagnarsi addirittura una copertina sul settimanale The Economist), quello di Lumezzane rivolge la propria specializzazione verso diversi comparti produttivi, dimostrando know how e competenze con richieste provenienti da tutto il mondo. Spicca in questo trend di successo imprenditoriale la famiglia Gnutti la quale, attraverso la Hug Holding Umberto Gnutti SpA, controlla interamente la Brawo SpA., compagnia, quest’ultima, punto di riferimento mondiale nella fornitura di particolari grezzi e lavorati in ottone, rame e alluminio.

«Particolari grezzi e lavorati – spiega Mauro Pini, responsabile tecnico Brawodestinati a settori che spaziano dalla rubinetteria, intesa come parte meccanica, al valvolame con elementi di distribuzione dei vari gas, da componenti funzionali per la tecnologia del freddo a sistemi destinati al comparto della subacquea, fino a sistemi antincendio, componenti per il riscaldamento, per la tecnologia di saldatura, oltre a una componentistica destinata al diversificato settore automotive».

Una produzione conto terzi di componenti tecnici anche molto complessi ottenuti per forgiatura e successiva lavorazione di finitura. Finitura svolta in reparti di lavorazioni meccaniche per asportazione truciolo dove sono operativi numerosi impianti di diversa tipologia, differenti tra loro per dimensione e complessità del prodotto realizzabile. Tra questi anche 3 impianti progettati e realizzati dalla bresciana BTB Transfer.

«Macchine transfer altamente personalizzate – aggiunge Pini – dotate di svariate stazioni e utensili che permettono di lavorare con elevate produttività volumi significativi di prodotti che presentano geometrie complesse anche in un unico piazzamento».

L’articolo prosegue all’interno dello sfogliabile, da pagina 112: http://pixelbook.tecnichenuove.com/newsstand/macchineutensili/viewer/b2a7b14fb1a3977d06a4b5fc3bd832ee/.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here