Prima Industrie, inaugurato il nuovo headquarter

0
130

Prima Industrie insideDa oggi Prima Industrie ha un nuovo ponte di comando da cui guidare un gruppo presente in 80 paesi, con 1.600 dipendenti, 8 stabilimenti produttivi, 8 centri di ricerca e sviluppo nel mondo.

Il presidente e fondatore Gianfranco Carbonato, alla presenza del presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino, del sindaco di Torino Piero Fassino e del presidente di Confindustria Vincenzo Boccia ha infatti inaugurato il nuovo “Headquarters & Technology Center” di via Torino-Pianezza a Collegno. Qui saranno spostati gli uffici centrali del gruppo che con 365 milioni di fatturato nel 2015 è tra i principali player nello sviluppo, produzione e commercializzazione di sistemi per applicazioni industriali e macchine per la lavorazione della lamiera, oltre ad elettronica industriale e tecnologie laser. Come ha sottolineato Gianfranco Carbonato, con la crescita dimensionale di questi anni avevamo l’esigenza di creare un polo centrale in grado di coordinare in maniera forte le varie realtà della società. E’ un progetto che abbiamo immaginato per molti anni. Oggi finalmente abbiamo una casa per le nostre tecnologie e in particolare per i prodotti della divisione Prima Power. In questa fase – prosegue Carbonato, disponendo di una delle gamme più vaste al mondo di macchinari e fornendo alcune delle maggiori compagnie al mondo nei rispettivi settori industriali, è sempre più importante avere la possibilità di ospitare i partner per spiegare loro le nostre ultime soluzioni. Questa è un’esigenza fondamentale per un gruppo tecnologicamente all’avanguardia come il nostro, che investe il 6,5% del fatturato in ricerca e sviluppo e offre prodotti fortemente innovativi”.

Il nuovo centro, in cui Prima Industrie ha investito 8.5 milioni di euro (oltre ai circa 6.5 milioni di euro di macchine complessivamente esposte nella sala demo) e che è stato realizzato in meno di un anno dalla posa della prima pietra, è strutturato in 5.000 mq totali di cui 2.500 dedicati agli uffici corporate di Prima Industrie e divisionali di Prima Power e 2.500 dedicati alla sala demo e all’ospitalità dei clienti . Una struttura in grado di ospitare comodamente 4 delegazioni in contemporanea, con una sala corsi da 80 posti e un’area prove in cui sono in funzione 11 macchine. L’edificio è dotato delle più moderne tecnologie per il risparmio energetico, che vanno dall’isolamento termico alla produzione stessa dell’energia grazie a pannelli fotovoltaici, pannelli solari ed un impianto geotermico. Anche la gestione dell’illuminazione è automatizzata con un sistema domotico al fine di ridurre gli sprechi. In altri termini, ciò significherà ridurre le emissioni di CO2 di circa 300 tonnellate l’anno . Un concept strettamente legato alla tecnologia “Green Means”, che Prima Industrie applica a tutte le linee di prodotto e che permette una forte riduzione dei consumi rispetto alle tecnologie convenzionali (laser: 45%; piegatrici e pannellatrici: 64%; punzonatrici: 80%).

Il gruppo Prima Industrie, nato nel 1977 e quindi prossimo ai 40 anni di attività, aggiunge un altro importante tassello al processo di crescita che l’ha visto protagonista fin dalla sua fondazione. Processo che ha visto tra le tappe più significative l’ingresso e il consolidamento nel mercato delle macchine laser, la quotazione nel 1999 e l’allargamento sul mercato internazionale, l’acquisizione nel 2008 di uno dei più grandi player mondiali, la società finlandese Finn-Power, e lo sbarco in Cina con l’apertura nel marzo 2015 dello stabilimento di Suzhou, che rappresenta non solo un polo produttivo, ma anche un cambio radicale della strategia commerciale di Prima Industrie in questo paese (da joint venture con importatori a presenza diretta con quota di maggioranza).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here