Schunk a MECSPE 2016 con un live sul serraggio automatizzato

0
105

schunk vero-sSchunk rinnova l’appuntamento con MECSPE 2016. La casa tedesca, in forte crescita grazie anche alla congiuntura favorevole che ha iniziato ad interessare il settore dal 2014, sarà ora presente con uno stand di 120 mq (Pad. 2, Stand F13).

La fiera di Parma – commenta Andreas Kuehl, amministratore delegato della filiale italiana – è un appuntamento irrinunciabile per incontrare i produttori che in-tendono ottimizzare i loro investimenti ed aumentare la loro competitività. Sarà infatti possibile assistere ad un’interessante applicazione dimostrativa di un asservimento macchina automatizzato in grado di ridurre i tempi di attrezzaggio del 90%”.

La cella dimostrativa, predisposta in collaborazione con Evolut, simulerà la perfetta interazione tra sistemi automatici di cambio rapido e sistemi di serraggio stazionario Schunk. Il cambio rapido per robot NSR e il sistema di serraggio modulare a punto zero Vero-S, combinati con il programma per il serraggio stazionario Schunk, realizzeranno un’attrezzaggio macchina veloce ed efficiente, anche con lotti di un singolo pezzo. Vero-S, il sistema modulare a punto zero con oltre 500 combinazioni, consente di posizionare e bloccare pezzi ed attrezzature di serraggio in pochi secondi ed in modo completamente automatico. L’attrezzaggio reale viene eseguito in parallelo ai tempi di lavorazione e al di fuori della macchina, così da ridurre drasticamente i tempi di preparazione. Il cambio rapido Schunk SWS installato sul robot collega la macchina al sistema di presa. In questa simulazione vengono cambiati, a seconda dell’operazione, diversi sistemi di presa, quali il cambio rapido per robot NSR per l’attrezzaggio macchina con Vero-S, la pinza PGN-Plus e la pinza magnetica EGM per lo spostamento dei singoli pezzi, lo sbavatore FDB e lo scanner 3D per il riconoscimento dei diversi pezzi da sbavare.

In un magazzino completamente accessibile dal braccio del robot, si trovano pezzi e pallet Vero-S con 8 diverse attrazzature di serraggio tra cui morse autocentranti Kontec, multiple o per 5 assi, morse automatiche Tandem, sistemi Magnos per ancoraggio magnetico oppure autocentranti Rota-S Plus per pezzi cilindrici. Su ogni pallet è disponibile il maschio del cambio rapido per robot NSR. Fuori dalla macchina, attraverso l’interazione con il robot, possono quindi essere preparati i pallet in maniera individuale d in parallelo ai tempi di lavorazione. Il robot, su cui è posizionata la femmina del cambio rapido NSR, carica in maniera completamente automatica i singoli pallet in macchina, dove vengono fissati con il sistema di serraggio a punto zero Vero-S. Il design compatto del cambio rapido per robot NSR favorisce l’asservimento del pallet estremamente vicino alla tavola macchina e può essere impiegato nei centri di lavoro moderni a 3, 4 o 5 assi con portata di manipolazione fino a 300 Kg ed una dimensione pallet di 400×400 mm.

La pinza parellela a due griffe PGN-Plus è l’unica attrezzatura con guida multidente responsabile del carico pezzo automatico; la gamma, con diverse taglie e optional per applicazioni particolari, offre una soluzione ottimale per ogni impiego. La pinza mangnetica ad azionamento elettrico EGM, invece, viene utilizzata per una manipolazione flessibile e priva di interferenze che possono verificarsi con pezzi ferromagnetici. L’EGM, grazie all’azionamento elettrico anziché pneumatico, opera in una frazione di secondo garantendo al contempo grande affidabilità ed efficienza energetica, poiché necessita di un solo un breve impulso di corrente per l’attivazione e disattivazione. E, in caso di uno stop di emergenza, il pezzo viene trattenuto dalla pinza in maniera salda e sicura. Lo sbavatore FDB è la soluzione standard di Schunk per una sbavatura robotizzata e flessibile, capace di lavorare con più pezzi diversi tra loro. L’azionamento dell’unità avviene tramite un mandrino pneumatico che raggiunge, a seconda della taglia, una velocità fino a 65.000 giri per minuto. In questa simulazione, attraverso uno scanner 3D, è possibile rilevare la sagoma del pezzo per l’operazione di sbavatura su pezzi differenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here