Alfa Laval pronta ad espandere il centro di prova di Aalborg

0
116

alfa laval aalborgInaugurato quasi due anni fa, il centro di prova e formazione Alfa Laval di Aalborg, in Danimarca, è un eccellente esempio di sviluppo tecnologico orientato al cliente. Si tratta già di una struttura imponente, con un’area di prova di 250 m2, una serie di apparecchiature e un motore diesel da 2 MW utilizzati da Alfa Laval per il settore marittimo che danno vita alla simulazione più realistica possibile di una nave commerciale in scala reale. È previsto un ampliamento di altri 1.100 m2 con la realizzazione di un’area dedicata alle tecnologie ambientali e della combustione per bruciatori e sistemi di riscaldamento per navi che utilizzano GNL e combustibili alternativi per il settore marittimo. L’avvio dei lavori più importanti è previsto a cavallo tra il 2016 e il 2017.

Il GNL e gli altri combustibili alternativi saranno fondamentali per il miglioramento dell’impatto ambientale e dei consumi energetici per il settore marittimo – spiega Peter Leifland, capo della divisione Marine & Diesel di Alfa Laval. Grazie all’espansione del centro di prova e formazione, daremo il nostro contributo in questo senso, con lo sviluppo di una tecnologia all’avanguardia”.

L’espansione del centro di prova e formazione Alfa Laval è in linea con un percorso intrapreso da numerosi armatori. Entro 15 anni, si prevede che ben 7 mila navi faranno uso di GNL rispetto alle 500 di oggi.

Siamo di fronte ad un cambiamento epocale, dovuto in parte all’approvazione di norme sempre più rigide sulle emissioni di NOx e SOx da parte dell’IMO – afferma Bodil Nielsen, manager Product & Technology di Alfa Laval . Il GNL è una soluzione molto interessante in questo senso, perché riduce le emissioni di NOx dell’85-90% ed elimina quasi completamente le emissioni di SOx”.

Passando dai carburanti derivati dal petrolio al GNL, le navi possono ridurre complessivamente del 20% le emissioni di gas serra. Tuttavia, come sottolinea Nielsen, “l’uso di tecnologie all’avanguardia è essenziale per compiere questo passo”.

L’impiego di gas naturale presenta diversi problemi, ma anche molti vantaggi. Il GNL pone una serie di difficoltà ambientali dovute all’emissione di metano e ad altri gas serra a seguito della sua evaporazione, indipendentemente dalle modalità di stoccaggio o trasporto. Tutti i combustibili a gas, inoltre, comportano un grave pericolo di esplosione, che presuppone l’impiego di attrezzature sofisticate per garantire la massima sicurezza nell’uso di questi materiali.

Presso il centro di prova e formazione Alfa Laval, le soluzioni esistenti per far fronte a tali problemi saranno perfezionate e ne verranno messe a punto altre. “Alcuni processi chiave possono diventare decisamente più complessi quando è previsto l’uso di GNL, e per questo motivo le tecnologie di bordo devono essere ancora più avanzate – commenta Lars Skytte Jørgensen, vice president Product Centre Boilers di Alfa Laval. Il centro di prova e formazione Alfa Laval pone le premesse affinché i nostri impianti a diesel siano i più affidabili in assoluto sul mercato e, con la nuova espansione, sarà lo stesso anche per le nostre soluzioni a gas”.

Dopo l’ampliamento, la struttura sarà l’unica nel suo genere in cui sarà possibile testare le tecnologie ambientali per tutti i tipi di combustibili. Inoltre, promuoverà uno sviluppo sotto molti altri punti di vista. Come già avviene nell’area di prova per il diesel, l’area di prova dedicata ai gas darà la possibilità di esplorare interazioni e sinergie tra le varie linee di processo.

Jørgensen, ad esempio, insiste in particolare sulla combustione dei gas serra prodotti dall’evaporazione del GNL. “Fermo restando che la combustione dei gas è assolutamente necessaria per ridurre al minimo l’impatto ambientale, il nostro obiettivo è mettere a punto una tecnologia in grado di garantire la sicurezza di questa operazione e di sfruttare l’energia per generare calore e propulsione – precisa –. Grazie alla ricerca di soluzioni a basso impatto ambientale, ma anche orientate al risparmio e all’efficienza energetica, il centro di prova e formazione farà di Alfa Laval il punto di riferimento per i clienti che passeranno alle imbarcazioni a gas”.

L’ampliamento del centro di prova e formazione, che si avvale del sostegno del fondo marittimo danese, offrirà anche nuove opportunità di collaborazione con clienti e partner. Queste collaborazioni si sono rivelate fondamentali in molti settori, come lo sviluppo di Alfa Laval PureNOx, Alfa Laval PureSOx e Alfa Laval PureBallast, i nostri sistemi ambientali di punta.

Grazie anche alle esclusive possibilità offerte dal centro, una collaborazione sempre più intensa permetterà ad Alfa Laval di affermarsi come azienda leader in materia di tecnologie ambientali e dei combustibili nel settore marittimo. “Alfa Laval è l’unica al mondo a mettere a disposizione un sistema completo per l’ottimizzazione dell’impatto ambientale e delle operazioni di combustione per il settore marittimo – prosegue Jørgensen. Proprio perché contribuiamo a una serie di aspetti essenziali per la navigazione, ci riteniamo fortunati a poter contare su molte persone interessate alle nostre attività di ricerca e sviluppo”.

Il centro di prova e formazione Alfa Laval è oggi un punto di riferimento per lo sviluppo di impianti a combustibile diesel e di tecnologie ambientali all’avanguardia – aggiunge Nielsen -. Con la nuova espansione dedicata ai gas, il centro affermerà la sua leadership anche nel settore del GNL e dei combustibili alternativi. La rivoluzione del gas è alle porte, e Alfa Laval è già in prima fila”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here