Brillanti soluzioni dai trucioli

0
155

centro di lavoro officina panzeriPiccoli o grandi che siano, tutti i particolari che nascono dall’abile uso di macchine utensili ad asportazione di truciolo sono da considerarsi dei veri e propri capolavori della tecnologia meccanica. Quando poi rappresentano una geniale soluzione ad un problema il loro valore sale alle stelle. L’esperienza in proposito di un’intraprendente azienda lecchese.

Che la creatività e l’ingegno non facciano difetto al popolo italiano è riconosciuto in tutto il mondo, e del resto non c’è campo in cui qualche nostro connazionale non abbia lasciato un suo tangibile segno, meccanica compresa. In tale ambito, fra le tante idee scaturite dalla mente di esperti ed appassionati di tornitura e fresatura, ce n’è una, datata 1980, dettagliatamente illustrata in nove pagine col timbro della Società Italiana Brevetti, che ha risolto un serio problema all’epoca riscontrato nel settore cartotecnico, ed in particolare dagli addetti alla lavorazione delle grosse bobine di carta durante lo svolgimento delle stesse: la rottura dell’anima di cartone della bobina, o, in assenza di essa, l’accartocciamento degli strati più interni della carta, inconvenienti in entrambi i casi dovuti a non idonei mandrini di sostegno della bobina. A parlarcene è il figlio di chi l’idea risolutrice l’ha concepita, da qualche anno alla guida della ditta di Merate (LC) che porta il nome del padre, l’Officina Meccanica Panzeri Alessandro.

L’articolo prosegue all’interno dello sfogliabile, da pagina 58: http://pixelbook.tecnichenuove.com/newsstand/macchineutensili/viewer/1bac064c0ba7855bfa7840ab3c0d70c2.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here