Oleodinamica FluidPower: percorso di alta formazione 2016

0
117
Hydraulic piston system for bulldozers, tractors, excavators, chrome plated cylinder shaft of yellow machine, construction heavy industry detail, selective focus

L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Milano organizza, in collaborazione con la divisione Formazione di Tecniche Nuove, la rivista Oleodinamica Pneumatica e Imamoter-CNR, i corsi di alta formazione in oleodinamica.

120 ore suddivise in cinque grandi aree tematiche per garantire una formazione completa della potenza fluida, spaziando dalla conoscenza di base alle specifiche per la gestione avanzata della potenza, dalle metodologie di ottimizzazione fluidodinamicaalla progettazione di sistemi complessi, dalle trasmissioni idrostatiche, fino ad arrivare ad approfondire tematiche quali la Direttiva Macchine, l’affidabilità dei sistemi oleodinamici e la gestione del rischio. È questo il succo di Oleodinamica FluidPower: percorso di alta formazione che la divisione Formazione di Tecniche Nuove ha predisposto per completare la preparazione del personale degli uffici tecnici delle aziende che producono sistemi, componenti, nonché macchine complete.

Il percorso, adatto per chi conosce già i principi basilari dell’oleodinamica e sa leggere i circuiti oleodinamici, è articolato in moduli che presentano un filo logico tra il primo e l’ultimo, in modo da poter assicurare una preparazione unitaria a chi decide di partecipare ai 15 giorni che rappresentano la durata complessiva dei cinque eventi (120 ore). In questo caso, ma poi vedremo in dettaglio i singoli appuntamenti, i moduli sono i seguenti: 1) Principi e componenti di base dell’oleodinamica; 2) Circuiti avanzati per l’oleodinamica; 3) Metodologie di ottimizzazione di componenti e circuiti oleodinamici; 4) Sicurezza e affidabilità della macchine e dei sistemi oleodinamici; 5) Trasmissioni idrostatiche.
La quota di iscrizione per l’intero percorso (http://corsicfp.tecnichenuove.com/#!/corso/Oleodinamica-percorso-120-ore) è di 4.350 euro, Iva esclusa, che scendono a 3.045 euro se ci si iscrive entro il 21 marzo 2016. Tutte le quote riportate in queste pagine sono senza Iva e senza lo sconto, che è del 30% per i percorsi di 120 e 56 ore e del 20% per i corsi singoli.

Si può scegliere anche il percorso della durata di sette giorni (56 ore), intitolato “Progettazione e sicurezza di sistemi oleodinamici e trasmissioni idrostatiche“, che comprende i corsi 1, 4 e 5. In questo caso la quota è di 2.030 euro (http://corsicfp.tecnichenuove.com/#!/corso/Progettazione-Sicurezza-trasmissioni). I corsi sono comunque stati pensati per essere autonomi, pur articolati in modo complementare tra di loro, in modo da poter essere seguiti singolarmente senza problemi da chi vuole approfondire solo alcune delle tematiche affrontate dell’intero percorso.

Vediamo ora più in dettaglio i contenuti dei singoli moduli, le quote unitariee chi sono i docenti che terranno i corsi.

Principi e componenti di base dell’oleodinamica – 15 crediti CFP (cod. 066-16)
Il corso (http://corsicfp.tecnichenuove.com/#!/corso/Principi-componenti-base-oleodinamica) fornirà la conoscenza approfondita sui principi e i componentidi base dell’oleodinamica, teoriche epratiche, indispensabili per poter capire il funzionamento di pompe, motori, valvole, sistemi di filtrazione e quanto necessario in questo ambito. Il partecipante acquisirà elementi aggiuntivi al background di base, utili per il corretto dimensionamento e per la corretta progettazione di circuiti oleodinamici, anche alla luce delle normative internazionali. È tenuto dall’ingegnere Antonio Bonanno, laurea in Ingegneria dei Materiali V.O. nel 2004, master universitario in oleodinamica presso l’Università di Modena nel 2005, ricercatore presso l’Istituto per le Macchine Agricole e Movimento Terra del Consiglio Nazionale delle Ricerche dal 2005, docente del master universitario in oleodinamica presso l’Università di Modena dal 2010 e dell’executive master in Oleodinamica dal 2009, project leader di diversi working group in sede ISO. Il corso è di 16 ore suddivise in due giornate: 7 e 21 aprile 2016. La quota di iscrizione è di 580 euro.

Circuiti avanzati per l’oleodinamica – 30 crediti CFP (cod. 067-16)
Lo scopo di questo corso (http://corsicfp.tecnichenuove.com/#!/corso/Circuiti-avanzati-oleodinamica) è acquisire conoscenze per saper comprendere il funzionamento dei circuiti oleodinamici complessi e per conoscere e orientarsi nella scelta della componentistica per azionamenti oleodinamici. Più in dettaglio, gli obiettivi formativi sono i seguenti: conoscere e saper orientarsi tra le diverse soluzioni circuitistiche per gli azionamenti oleodinamici; conoscere i principi basilari per poter scegliere il tipo di impianto oleodinamico per le varie applicazioni; conoscere i principi basilari per poter scegliere la componentistica oleodinamica all’interno dei sistemi di attuazione oleodinamici complessi e conoscere i principi e caratteristiche del controllo Load Sensing e centro aperto. Il docente è l’ingegnere meccanico Pietro Marani, esperto in oleodinamica e macchine mobili, ricercatore dal 2004 all’Istituto per le Macchine Movimento Terra e Agricole del Consiglio nazionale delle Ricerche (Imamoter-CNR), docente al master in Oleodinamica e Fluid Power presso Università degli studi di Modena e Reggio Emilia. Il corso è di 32 ore suddivise in quattro giornate: 5, 12, 19 e 26 maggio. La quota di iscrizione è di 1.160 euro.

Metodologie di ottimizzazione dei componenti e circuiti oleodinamici – 30 crediti CFP (cod. 068-16)
Chi parteciperà a questo modulo (http://corsicfp.tecnichenuove.com/#!/corso/Metodologie-ottimizzazione-componenti-oleodinamici) imparerà a conoscere le principali metodologie di ottimizzazione applicate ai componenti e ai circuiti oleodinamici. Nella prima parte del corso saranno illustrati brevemente alcuni cenni teorici relativi ai processi di ottimizzazione. La parte centrale sarà dedicata invece all’applicazione delle diverse metodologie di progettazione a tre casi industriali. Il primo riguarderà la progettazione di una servovalvola attraverso un modello a parametri concentrati e la sua successiva ottimizzazione mediante l’utilizzo della fluidodinamica computazionale, il secondo riguarderà lo studio e la calibrazione ottimale del circuito di lubrificazione di una trasmissione sempre attraverso l’utilizzo di un modello numerico fluidodinamico, il terzo test case invece vedrà l’applicazione di un software ad algoritmi genetici per l’ottimizzazione di una sospensione idraulica. Il docente è Cristian Ferrari, laurea specialistica in Ingegneria Meccanica nel 2008, dottorato di ricerca in Scienze dell’Ingegneria con curricula in Ingegneria Industriale nel 2012. Il settore di ricerca ha riguardato la progettazione di turbomacchine per la quale è stata sviluppata una metodologia basata su strumenti mono-tridimensionali. L’attività è stata consolidata attraverso numerose collaborazioni avute con aziende presenti sul territorio, per le quali si sono riprogettate alcune macchine già presenti sul mercato incrementandone le performance. E’ inoltre ricercatore presso l’Istituto per le Macchine Agricole e Movimento Terra del Consiglio Nazionale delle Ricerche dal 2013, nonchè autore di diverse pubblicazioni scientifiche nel campo della simulazione fluidodinamica. Il corso è di 32 ore suddivise in quattro giornate: 9, 16, 23 e 30 giugno. La quota di iscrizione è di 1.160 euro.

Sicurezza e affidabilità delle macchine e dei sistemi oleodinamici – 22 crediti CFP (cod. 069-16)
Gli obiettivi formativi di questo corso (http://corsicfp.tecnichenuove.com/#!/corso/Sicurezza-affidabilit%C3%A0-macchine-sistemi-oleodinamici) si possono così riassumere: conoscenza approfondita sulla progettazione di un circuito secondo la normativa ISO 1219, analisi delle problematiche e analisi della Direttiva Macchine in ambito oleodinamico, affidabilità di sistemi oleodinamici, progettazione a fatica di componentioleodinamici, apprendimento delle tecniche di analisidel rischio. I partecipanti saranno guidati attraverso l’applicazione delle tecniche di analisi del rischio (FMEA, FTA) al fine di applicarle nella progettazione di circuiti e componenti, anche in funzione ai principi di responsabilità del produttore imposti dalla Direttiva Macchine. Acquisiranno elementi utili per il dimensionamento a fatica di componenti oleodinamici e per la corretta esecuzione di test sperimentali. Il docente è l’ingegnere Antonino Bonanno, del quale abbiamo scritto nel corso Principi e componenti di base dell’oleodinamica. Questo modulo è di 24 ore suddivise in tre giornate: 15 settembre, 29 settembre e 13 ottobre 2016. La quota di iscrizione è di 870 euro.

Trasmissioni idrostatiche¬ – 15 crediti CFP (cod. 070-16)
L’ultimo corso (http://corsicfp.tecnichenuove.com/corsi#!/corso/Trasmissioni-idrostatiche) del percorso di alta formazione di Tecniche Nuove è stato concepito per fornire ai partecipanti una conoscenza approfondita delle trasmissioni idrostatiche e dei principi di funzionamento, dimensionamento di massima ed evoluzioni architetturali (CVT, Power-Split, Power-Shift). I partecipanti verranno introdotti ai principi base delfunzionamento delle trasmissioniidrostatiche, alle nozioni indispensabiliper il corretto dimensionamento (spunto, frenata e così via) delle stesse, nonché allaconoscenza delle evoluzioni circuitaliper la trasmissione della potenza. Il docente è l’ingegnere Antonino Bonanno, del quale abbiamo scritto nel corso Principi e componenti di base dell’oleodinamica. Questo modulo è di 16 ore suddivise in due giornate: 27 ottobre e 10 novembre 2016. La quota di iscrizione è di 580 euro.

 

Per ulteriori informazioni

Le modalità di pagamento sono espresse all’interno delle schede di adesione ai corsi. Per ulteriori informazioni, contattare la segreteria organizzativa al numero 02/39090440 o via email all’indirizzo infocorsi@tecnichenuove.com. Acquisto online con carta di credito, Paypal o bonifico bancario sulla piattaforma e-learning: http://corsicfp.tecnichenuove.com.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here