60 anni di ricerca e innovazione

0
118

Renato GnuttiGnutti Transfer, realtà specializzata nella costruzione di macchine transfer, festeggia un importante anniversario: 60 anni vissuti sempre all’insegna della continuità, della fede nei suoi valori fondanti e con lo sguardo rivolto al futuro.

1955. Un anno in cui l’Italia si avviava verso un periodo di crescita economica, culturale e civile. Nel 1955 veniva trasmessa in televisione, ormai presente in molte case italiane, la prima serie del famoso quiz «Lascia o raddoppia». Nel 1955 l’Italia entrava a far parte dell’ONU e a Roma si costruiva la prima metropolitana. Alla base di questo sviluppo c’era un florido e vivace settore manifatturiero che stava dando all’Italia il giusto sprint per diventare una delle maggiori economie europee. In quel 1955, proprio nel settore manifatturiero, Quirino Gnutti fondava la compagnia costruttrice di macchine transfer che porta ancora oggi il suo nome: Gnutti Transfer.

Ancora oggi la società, con sede a Ospitaletto, vicino a Brescia, è gestita dalla famiglia Gnutti: in particolare dal figlio di Quirino, Renato, che ricopre la carica di presidente, e dai suoi due figli, Benedetta e Quirino.

La gestione della famiglia Gnutti si articola ormai su ben tre generazioni, lungo le quali hanno potuto trasmettersi con continuità e convinzione quelli che sono stati i valori fondanti del progetto. Vediamo quali.

Continua a leggere l’articolo all’interno dello sfogliabile, da pagina 150: http://pixelbook.tecnichenuove.com/newsstand/macchineutensili/viewer/72bdd7faa2bf66312cea9aad19925131.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here