Lo stabilimento Jeep di Goiana si aggiorna alla tecnologia ComauFlex

goiana jeepComau ha lavorato in collaborazione con FCA ad uno dei più ambiziosi progetti industriali portati a termine in America Latina: la costruzione della linea di produzione dello stabilimento di Goiana, nello stato di Pernambuco, dove si realizza la Jeep Renegade. La struttura è stata inaugurata martedì 28 aprile dalla presidente del Brasile, Dilma Rousseff.

Lavorando sul progetto fin dall’inizio, nel 2010, Comau si è occupata della realizzazione della linea di saldatura dell’autotelaio. Marco Busi, direttore della business unit di saldatura scocche di Comau e tecnico responsabile del progetto stesso, ha descritto la tecnologia utilizzata per il più grande progetto mai realizzato dalla divisione brasiliana della compagnia: “Si tratta di un progetto molto complesso, mai realizzato in America Latina fino ad oggi, la cui struttura è formata da centinaia di robot e sistemi sofisticati“. Soprannominato “Butterfly“, per via della forma di uno dei processi della linea principale (open gate), che assomiglia appunto ad una farfalla, il progetto si basa su ComauFlex, un sistema che integra diverse soluzioni tecnologiche di produzione all’avanguardia.

Mentre i robot sono solitamente fissati a terra, la tecnologia ComauFlex è altamente innovativa in quanto i suoi robot sospesi vengono utilizzati sull’intera linea di assemblaggio. Una parte della linea è dotata di robot sospesi, garantendo maggiore versatilità all’intero insieme, considerando anche che la modifica del modello può essere effettuata senza cambiare la disposizione dei robot, bensì solo delle attrezzature da loro utilizzate. Inoltre, la struttura del progetto permette un migliore utilizzo dello spazio, creando linee più compatte ed efficienti. La linea di produzione è dotata di 640 robot Comau che permettono di realizzare un processo particolarmente complesso. “Comau – ha continuato Busi – ha sviluppato questa tecnologia, che è già in uso in molti impianti FCA e presso altri clienti in tutto il mondo. Tuttavia, è la prima volta che ComauFlex viene utilizzata in America Latina. Per questo motivo, non solo il nostro personale ha implementato le proprie competenze e conoscenze, ma siamo anche riusciti a organizzare visite negli stabilimenti del gruppo in Italia, Serbia e Cina“.

Gerardo Bovone, ceo di Comau per l’America Latina, ha spiegato: “La flessibilità del nostro sistema ComauFlex ha influenzato le decisioni in modo cruciale, considerando che, una volta raggiunta la produzione standard, l’impianto sarà in grado di produrre diversi modelli di autovetture. Un altro punto di forza è ovviamente la gamma dei nostri prodotti. In particolare, la gamma di prodotti Comau, inclusi i robot di saldatura, le pinze di presa e gli impianti, ci ha permesso di proporre un’offerta completa ed eterogenea. Infine, ritengo che l’integrazione delle risorse Comau provenienti da ogni parte del mondo sia stata fondamentale e ci abbia consentito di sfruttare le conoscenze più all’avanguardia in questa tecnologia, incomparabile per questa regione“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here