Metrologia protagonista a MECSPE con Hexagon Metrology

0
174

tigo sfHexagon Metrology sarà come ogni anno presente alla fiera MECSPE di Parma con uno stand ricco di novità e innovazioni tecnologiche in tutte le linee di prodotto.

In prima assoluta mondiale la nuova macchina di misura Tigo SF, precisa e compatta, progettata specificamente per l’impiego in ambienti industriali. Con un volume di misura di 500x580x500 mm (X/Y/Z) e un campo di temperatura operativo da 15 a 30 °C, Tigo SF è la macchina di misura da officina più precisa della sua categoria. Made in Italy, struttura robusta, minimo ingombro, nessuna necessità di alimentazione pneumatica, protezione dalle vibrazioni e da polveri, sensori di precisione per scansione continua: sono solo alcuni dei caratteri distintivi di questa esclusiva soluzione. A ciò si aggiunge un innovativo concetto operativo, il software di misura PC-DMIS Touch. La nuova versione di PC-DMIS, basata su sistema operativo Windows 8, offre un modo completamente nuovo di eseguire operazioni di misura. Le singole dimensioni vengono rilevate per mezzo di sequenze automatiche intuitive, mentre i programmi di misura più complessi sono creati semplicemente misurando le caratteristiche direttamente sul pezzo.

Primo piano anche per le macchine di misura a coordinate Leitz Reference, prodotte negli stabilimenti Hexagon Metrology di Wetzlar, in Germania. Questa linea di macchine di alta precisione è stata recentemente rinnovata e potenziata e si pone ai primi posti per prestazioni metrologiche, capacità di scansione ed efficienza produttiva nella sua categoria. Equipaggiata unicamente con tastatori per scansione continua Leitz e soluzioni tecnologiche avanzate, Leitz Reference si colloca nella fascia alta delle macchine di misura a portale, seconda solo ai modelli ultraprecisi PMM, anch’essi appartenenti al prestigioso marchio tedesco.

Spicca nello stand Hexagon Metrology una cella robotizzata dedicata alla misura di componenti automobilistici quali elementi di carrozzeria e pannelli interni. La misura avviene per mezzo di un sensore per fotogrammetria montato a bordo di un normale robot antropomorfo industriale, in grado di rilevare in tempi rapidissimi la superficie del pezzo e confrontarla con il relativo modello matematico. L’applicazione fa parte di un importante programma di sviluppo intrapreso da Hexagon Metrology, volto ad ottimizzare le procedure di collaudo dimensionale in linea.

Accanto ai bracci di misura e ai sistemi laser tracker, due interessanti novità anche per i sistemi di misura portatili. Leica B-probe è un sensore portatile wireless che estende le potenzialità del laser tracker Leica AT402. Il Leica B-Probe è stato studiato per il collaudo, l’allineamento e il montaggio di grandi componenti come carrozze ferroviarie, veicoli movimento terra e ad uso non stradale o macchinari agricoli. Leica B-Probe opera entro una distanza radiale di 10 metri dall’AT402 con una precisione di ± 0.2 mm nell’intero campo di misura, offrendo maggiori potenzialità e flessibilità rispetto a sistemi analoghi con sistema di rilevamento fisso. Il sensore ha un peso di appena 190 grammi.

Hexagon Metrology WLS qFLASH è il nuovo sistema di misura a luce bianca (fotogrammetria) compatto. WLS qFLASH consente ai produttori di componenti di piccole e medie dimensioni di misurare superfici ed elementi in aree in cui lo spazio operativo è limitato o in ambienti di produzione. WLS qFLASH è uno strumento pratico e vantaggioso per applicazioni di misura come  componenti in plastica, interni d’automobile, piccoli componenti in lamiera e fusioni. Rapida acquisizione delle immagini, alloggiamento in fibra di carbonio robusto, illuminazione a LED blu e modalità di funzionamento manuale ne fanno una soluzione di misura a luce bianca rapida, versatile e affidabile.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here