PTC, anche nel Q1 2014 registrato un trend positivo

0
138

James HeppelmannPTC ha reso noti i risultati finanziari per il primo trimestre dell’anno fiscale 2014, chiusosi il 28 dicembre scorso.

Con 325 milioni di dollari di ricavi, il gruppo ha segnato, per il periodo in esame, un +1% anno su anno rispetto ai ricavi non-GAAP del primo quarto 2013, e un +2% su base monetaria costante.

James Heppelmann, presidente e ceo di PTC, ha dichiarato: “I ricavi e l’utile per azione non GAAP di PTC hanno superato la fascia alta del nostro range di riferimento; nonostante l’assenza di importanti contratti conclusi nel primo trimestre 2014, anche i ricavi di questo settore hanno seguito un trend positivo, avvicinandosi alla medesima fascia”.

Secondo PTC, i risultati positivi in termini di utile per azione sono la prova concreta dei grandi sforzi compiuti verso il miglioramento dei margini. “I ricavi sulle licenze, pari a 79 milioni di dollari, risultano sostanzialmente invariati anno su anno e su base valutaria costante rispetto all’ottima performance del primo trimestre 2013, periodo che corrispondeva alla chiusura dell’anno fiscale di Servigistics e durante il quale abbiamo registrato notevoli entrate, grazie a un importante contratto stipulato nelle Americhe – ha spiegato Heppelmann. Su base valutaria costante, abbiamo assistito a una crescita dei ricavi dell’8% anno su anno in Giappone, del 4% anno su anno nelle Americhe, del 2% anno su anno in Europa. Nel Pacific Rim abbiamo invece registrato una contrazione del 12%, sempre anno su anno; i ricavi registrati in Giappone e nel Pacific Rim hanno perso rispettivamente il 13% e il 12%, mentre nelle Americhe e in Europa sono cresciuti rispettivamente del 4% e del 6%“.

I ricavi relativi alle licenze CAD sono cresciuti del 15% anno su anno, sia su base valutaria costante sia a valori correnti, mentre i ricavi CAD totali sono cresciuti del 4% su base valutaria costante e del 3% a valori correnti. “L’attività PLM estesa è cresciuta dell’1% anno su anno su base valutaria costante e a valori correnti rispetto all’eccezionale performance registrata nel primo trimestre 2013, che ha visto la stipula di un contratto colossale – ha sottolineato Heppelmann. I ricavi della nostra attività SLM si sono contratti del 4% a valuta costante e corrente rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, ma occorre considerare che l’anno fiscale di Servigistics terminava proprio nel primo trimestre 2013”.

Per il futuro dell’attività SLM, PTC prevede un andamento stagionale più simile a quello del resto delle attività, con una solida crescita dei ricavi di questo settore per l’anno fiscale 2014.

Nel primo trimestre 2014 abbiamo concluso 34 grandi accordi contro i 27 del 2013 e, ancora una volta, i ricavi generati dai diversi tipi di contratti più importanti si sono sbilanciati più nettamente verso le transazioni relative ai servizi”, ha continuato Heppelmann.

Nel corso del trimestre, PTC ha registrato ricavi da diverse compagnie leader di settore: ABB Ltd, Air China, Airbus Helicopters, Brother Industries, DCNS, Embraer, HKMC, Liebherr, NVIDIA, Petrobras, Renault e Volkswagen.

Heppelmann ha quindi aggiunto alcune considerazioni sul futuro di PTC: “Considerata la forza del nostro canale, un ampliato set di soluzioni volte a raccogliere le sfide di interesse dei nostri clienti chiave e la nostra capacità di guidare future opportunità di crescita nella produzione connessa e intelligente, e grazie alla recente acquisizione di ThingWorx, pensiamo che PTC abbia molte chance di crescita; con buoni risultati nel primo trimestre, manteniamo il nostro obiettivo, per l’anno fiscale 2014, di un margine operativo non-GAAP del 25% e continuiamo a impegnarci per raggiungere il target del 28-30% nel 2017”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here