Giancarlo Alducci, le qualità per fare la differenza

0
150
Giancarlo Alducci, direttore generale di Soraluce Italia.
Giancarlo Alducci, direttore generale di Soraluce Italia.
Giancarlo Alducci, direttore generale di Soraluce Italia.

Saper ascoltare e, quindi, saper realizzare i prodotti di cui il mercato ha bisogno. È con questa filosofia distintiva che la realtà qui delineata da Giancarlo Alducci, direttore generale di Soraluce Italia, risponde puntualmente alle esigenze del mercato in cui opera, dove oggi versatilità e affidabilità delle macchine sono in primo piano.

Come si caratterizza oggi il mercato in cui vi muovete e quali risposte offrite alle sue esigenze?

Il mercato attuale è cambiato radicalmente rispetto al passato. In un contesto dove praticamente non vi sono più programmi e investimenti a medio-lungo termine, oggi vengono richiesti innanzitutto tempi di consegna molto corti. Il nostro impegno in tale direzione è ovviamente molto forte, per ottimizzare il ciclo produttivo e ridurre così i termini di consegna. Peculiare del mercato attuale è, parallelamente, la stessa necessità del cliente di produrre nel più breve tempo possibile, evitando errori o lungaggini nella gestione della macchina e del pezzo. Soraluce, dunque, offre oggi in tal senso alesatrici, fresatrici e torni verticali sempre più multitasking, in grado di eseguire le lavorazioni del pezzo in un unico piazzamento, contribuendo così ad abbreviare il lead time. Inoltre, in un periodo come quello attuale, in cui mercato e clientela badano ai costi molto più di prima, le spese di manutenzione e gestione delle macchine costituiscono un altro punto focale. Soraluce presta da sempre grande attenzione a questi aspetti: non a caso le nostre macchine sono costruite interamente con struttura in ghisa e sono dotate di guide lineari a ricircolo di rulli, caratteristiche queste che implicano costi di gestione e manutenzione molto inferiori rispetto ad altre tipologie costruttive. È altresì importante rimarcare che le nostre macchine nascono in pratica da un lavoro d’equipe tra i nostri tecnici-progettisti e i nostri clienti: sono dunque macchine nate insieme al mercato, con l’apporto anche degli utilizzatori, specialisti quindi in fresatura, alesatura e tornitura. L’opinione e l’esperienza diretta del cliente, verificate nel contesto di attente indagini sulla customer satisfaction, hanno quindi per noi un’incidenza fondamentale“.

Quali fattori distintivi caratterizzano la vostra realtà?

Innanzitutto saper ascoltare e, di conseguenza, saper realizzare i prodotti che servono al mercato: macchine affidabili, rigide, dinamiche e precise, in grado di offrire tempi di percorso produttivo ridotti e costi di manutenzione, e relativi fermi-macchina, limitati. Inoltre, Soraluce ha sposato la causa delle macchine standardizzate e modulari, quindi con un indice di affidabilità molto elevato proprio grazie alla consolidata capacità di ogni modello, anche se dotato di notevoli personalizzazioni. Anni di esperienza nell’ambito delle fresatrici, delle alesatrici e dei torni verticali, uniti all’ampia gamma di accessori e di macchine, ci consentono di soddisfare sempre le esigenze della clientela“.

Aggiornamento tecnologico e innovazione di prodotto: che significato hanno per voi?

Sono senz’altro basilari. Come già si è detto, le necessità del mercato sono cambiate moltissimo e conformemente a esse ci siamo diretti al multitasking. Ciò comporta una continua ricerca di miglioramento del prodotto e di innovazione delle soluzioni tecnologiche, per consentire a una fresatrice/alesatrice di diventare anche un tornio o viceversa. In questo forte lavoro di sviluppo contiamo, all’interno del gruppo Danobat di cui facciamo parte, sulla presenza di un centro dedicato che si occupa di ricerca, progettazione e prototipazione, operando in totale sinergia con Soraluce e Danobat. In questo centro ricerche, dove lavorano circa cento ingegneri, vengono anche testate le nuove tecnologie prima di essere messe in produzione. Inoltre va sempre tenuto presente che l’importante dimensione del nostro Gruppo, composto da 1220 persone, ci consente di offrire alla clientela un’ulteriore garanzia di affidabilità, con la sicurezza di guardare al futuro insieme a un solido partner dotato di ingenti risorse umane ed economiche, in grado di assicurare presenza costante per ogni necessità“.

Quali sono i vostri obiettivi di ogni giorno?

Il principale obiettivo quotidiano è ovviamente quello di essere sempre vicini ai clienti e contribuire al massimo affinché tengano salda la loro competitività, crescendo e migliorando sempre di più. Al nostro interno l’obiettivo è invece lo sviluppo costante dei prodotti, affinché siano sempre d’eccellenza. In tale ottica la formazione del personale, sia della Casa madre sia delle filiali, è di fondamentale importanza, per raggiungere forti specializzazioni e massima efficienza nelle singole professionalità“.

Quali sono le vostre macchine di maggior spicco?

In termini generali, le nostre macchine di punta sono fresatrici, alesatrici e centri di tornitura verticali di media e grande dimensione, con un indice di automazione molto elevato; macchine estremamente versatili, con cui il cliente può affrontare ogni tipo di lavorazione. Solo per citare un esempio, abbiamo installato in Italia una delle alesatrici più grandi mai installate in Europa: dotata di 4 teste che vengono cambiate in automatico, questa alesatrice è dotata di corsa longitudinale di 64 m, corsa verticale di 8 m e canotto modulare con corsa di 1.000 mm, per la lavorazione di un pezzo dal peso finale di 1600 t. Ultimamente stiamo lavorando in particolare su questa tipologia di macchine, sempre multitasking, legate in special modo ai settori navale ed energetico. Continuiamo comunque a occuparci con successo delle macchine di piccola dimensione, anch’esse fortemente automatizzate“.

In che termini le vostre macchine contribuiscono a incrementare produttività e competitività delle aziende utilizzatrici?

Abbiamo detto che le macchine oggi devono essere versatili al massimo e fermarsi il meno possibile: le fresatrici-alesatrici e i torni verticali che proponiamo rispondono pienamente a tali requisiti e sono dunque altamente produttive. Multitasking e affidabili, contribuiscono perciò in modo sostanziale alla competitività di chi le utilizza. Ma perché siano pienamente produttive, le macchine devono poter essere utilizzate al meglio delle loro prestazioni: ecco che è qui altrettanto fondamentale la formazione dei clienti. In tal senso diamo loro un forte supporto tecnologico, con un servizio davvero a 360° in cui la formazione è assolutamente in primo piano. Se il cliente conosce bene la macchina e sa interfacciarsi correttamente con essa, la produttività aumenta e ne trae ovvio vantaggio la competitività“.

__________________________________________________________

Alesatrici, fresatrici, torni verticali

Soraluce Italia si occupa della distribuzione, installazione e manutenzione sul mercato italiano delle alesatrici e fresatrici Soraluce e dei centri di tornitura verticale Danobat.

Il servizio commerciale definisce insieme al cliente la soluzione produttiva più vantaggiosa, identificata nelle molteplici configurazioni ottenibili dall’ampia gamma di alesatrici/fresatrici e torni verticali, mentre i tecnici altamente specializzati sono preposti al servizio assistenza tecnica e al supporto tecnologico dei clienti.

Soraluce Italia distribuisce alesatrici e fresatrici di piccola, media e grande dimensione, con corse longitudinali fino a 64.000 mm, verticali fino a 8.000 mm e trasversali fino a 2.900 mm, e centri di tornitura verticale che raggiungono diametri tornibili fino a 10.000 mm.

di Carla Casartelli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here