Georg Von Slawik, nei panni del cliente

0
237

Affrontare i problemi dei clienti come fossero i propri: è in quest’ottica che vengono adottate le necessarie soluzioni, in un clima di ascolto attento e costante delle esigenze e di dialogo aperto e diretto. Questa realtà aziendale e il suo contesto operativo sono delineati dall’intervista a Georg Von Slawik, amministratore delegato di SMZ Italia.

Qual è l’approccio strategico con cui la vostra azienda si muove sul mercato attuale?

Da sempre SMZ Italia si pone sul mercato, sia esso in crisi o meno, quale partner tecnicamente valido, senza assolutamente dimenticare il lato umano dei rapporti, anche in ambito commerciale. In una situazione complessa come quella attuale, avere vicino qualcuno in grado di aiutare a risolvere velocemente problemi tecnici e di fornire prontamente tutte le informazioni utili, contribuisce a migliorare la propria efficienza e la propria competitività“.

Come rispondete alle necessità espresse dal contesto in cui operate?

Poter riprendere a lavorare con la propria macchina in tempi brevi è per il cliente una necessità che impegna SMZ Italia ad adoperarsi rapidamente per risolvere il problema, ma il lavoro eseguito è altrettanto imprescindibile da un eccellente risultato di qualità: questi sono i due parametri-guida con cui operiamo quotidianamente, in un contesto preparato per rispondere al meglio a tali esigenze“.

Quali fattori distintivi caratterizzano la vostra azienda e l’attività che svolge?

Macchinari ad altissima precisione, strumenti di misura e collaudo certificati, rigorose procedure interne di lavorazione, ampio magazzino ricambi, massima attenzione ai particolari di acquisto. Il tutto unito al fattore più importante per il nostro lavoro: personale tecnico altamente qualificato, con anni di esperienza nel settore“.

Che rilevanza hanno quindi la preparazione e l’aggiornamento del personale nel quadro di un’attività come la vostra?

Sono indispensabili per poter lavorare con il corretto know-how, necessario per le svariate problematiche e tipologie di prodotto su cui operiamo. Nella nostra attività la conoscenza tecnica del personale è oggi quella di un meccatronico, in grado cioè di gestire meccanica ed elettronica. Inoltre, trattando costruttori di diversi brand, sono necessari training specifici sui relativi prodotti, per consentirci di acquisire le adeguate conoscenze e tecnologie e poterle poi utilizzare al meglio“.

Quali sono i vostri obiettivi di ogni giorno e i progetti a lungo termine?

Ogni giorno affrontiamo i problemi dei clienti come se fossero i nostri e le soluzioni necessarie che adottiamo rispondono a questo punto di vista. Il nostro obiettivo quotidiano, quindi, è rendere ogni cliente soddisfatto del nostro servizio. A lungo termine, inoltre, ci poniamo diversi obiettivi: far crescere la clientela, migliorare e aumentare i servizi che offriamo e, di conseguenza, aumentare anche il nostro turnover. Tutto ciò senza dimenticare le radici che hanno permesso a SMZ Italia di diventare la realtà industriale di ottimo livello che è oggi“.

Che ruolo ricopre la qualità nell’ambito delle vostre dinamiche aziendali?

Un ruolo fondamentale e determinante. Ma nonostante l’altissimo livello di qualità raggiunto in termini di prodotto, procedure, strumenti e comunicazione, riteniamo che ancora molto lavoro rimanga da fare su una serie di aspetti legati al concetto di qualità globale, che non vanno sottovalutati e sui quali permane il nostro impegno quotidiano. La richiesta in atto per la certificazione UNI EN ISO 9001 significa per SMZ Italia formalizzare quanto già abitualmente messo in pratica nei processi di tutti i giorni“.

Come avete conquistato la fiducia dei clienti e come fate sentire loro la vostra vicinanza?

“’La fiducia è una cosa seria’, recitava un famoso spot pubblicitario. Questa frase ha effettivamente un senso pratico e il raggiungimento della fiducia, in cui crediamo fortemente, è tra i nostri principali obiettivi quotidiani. Grazie al lavoro svolto in 15 anni di attività abbiamo conquistato la fiducia dei clienti, sempre messi al primo posto attraverso il costante e attento ascolto delle loro necessità, la proposta di soluzioni adeguate e il dialogo aperto e diretto“.

Rapidità e puntualità di risposta: come interpreta la vostra azienda questi fattori oggi così sentiti?

Sappiamo bene che essere rapidi consente di recuperare costi di fermo-macchina e che una buona qualità di risposta permette la corretta pianificazione dei lavori di ripristino. SMZ Italia si è preparata affrontando quotidianamente queste problematiche e interpretando al meglio l’attività necessaria al raggiungimento di tali obiettivi. Abbiamo deciso di svolgere l’attività per commessa, il che significa dare un numero al mandrino in riparazione per consentire una semplice identificazione di ogni fase operativa e dello stato di avanzamento lavori. In ogni momento abbiamo così la situazione sotto controllo e, insieme a un sistema di procedure snelle, possiamo contare quindi su tempistiche rapide e risposte ‘just in time’“.

In quali fasi si articola il processo di revisione e riparazione di mandrini ed elettromandrini? Quali sono le più delicate?

Le operazioni principali sono: controllo e misurazioni in arrivo, controllo motore, smontaggio, lavorazioni parti, rettifica sedi cuscinetti, rettifica coni attacco utensile, montaggio, equilibratura, rodaggio, collaudo. Tutte queste operazioni sono delicate e, ovviamente, vanno eseguite con la miglior cura possibile, ma sicuramente rodaggio e collaudo sono le più esaustive per poter determinare la buona riuscita della riparazione. I dati analizzati, infatti, permettono con grande sicurezza di riconsegnare il prodotto con le stesse caratteristiche di precisione e qualità del nuovo“.

Come siete organizzati per quanto riguarda il magazzino ricambi?

Avere disponibili i particolari da sostituire di ogni oggetto in riparazione è davvero un’utopia. SMZ Italia ha dunque adottato una diversificata serie di componenti di principale impiego disponibili a magazzino, generalmente gestiti mediante riordini di scorta minima di utilizzo; per alcuni componenti speciali utilizziamo il metodo Kanban“.

Efficienza e risparmio energetico: c’è qualche iniziativa che la vostra azienda ha intrapreso o intende intraprendere in tale direzione?

La superficie lavorativa, oggi di 1600 m2, è stata raddoppiata nel 2011 e in tale occasione la struttura è stata implementata con particolare cura al risparmio energetico, soprattutto nella costruzione dei nuovi uffici. La raccolta differenziata, anche dei materiali di consumo quali olio, metallo e plastica, è ormai consuetudine e attualmente è in discussione l’installazione di un impianto fotovoltaico per l’intero stabile“.

____________________________________________________________________-

Revisione di mandrini ed elettromandrini

Dal 1992, nelle sue sedi in Italia, Germania e Polonia, SMZ si occupa esclusivamente della riparazione di mandrini ed elettromandrini di tutte le marche. Grazie all’efficacia dei servizi offerti, lo stabilimento italiano (Volpiano – TO) soddisfa in tempi brevi le esigenze delle macchine utensili di tutti i costruttori nazionali e internazionali, operando su tutti i tipi di mandrini ed elettromandrini, per centri di lavoro, fresatrici, torni, macchine transfer, rettifiche, e così via.

Il team SMZ è composto complessivamente da 50 tecnici, dei quali 28 in Italia, tutti con lunghi anni di esperienza nel settore. Gli oltre 2.000 mandrini revisionati ogni anno, di cui mediamente 900 in Italia, vengono riportati alle stesse caratteristiche di precisione e qualità dei nuovi.

di Carla Casartelli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here