Kennametal e Sumitomo Electric: accordo per l’accoppiamento KM4X

0
125

Kennametal e Sumitomo Electric hanno sottoscritto un accordo di licenza per la nuova e avanzata soluzione di accoppiamento mandrino KM4X.

Combinando un’elevata forza di serraggio e livelli di interferenza ottimizzati, il KM4X di Kennametal offre una connessione robusta, una rigidità estremamente elevata e una capacità di carico flettente per prestazioni nettamente migliorate nella lavorazione di leghe ad alta resistenza e altri materiali.

L’accoppiamento mandrino KM4X è oggi il sistema più rigido del mondo – afferma John R. Tucker, presidente del segmento Business Industriale di Kennametal -. Il suo design permette alle imprese manifatturiere di massimizzare i loro investimenti di capitale. Il KM4X permette velocità di asportazione del truciolo più elevate, facilitando così il maggiore utilizzo delle macchine utensili e permettendo di ottenere un costo ridotto per pezzo, oltre ad incrementare la capacità disponibile del produttore. Avere un partner tecnologico innovativo come Sumitomo Electric che fornirà l’accoppiamento KM4X – spiega – consentirà di creare un potente vantaggio di produzione per le imprese manifatturiere di tutto il mondo”.

L’accoppiamento mandrino, l’interfaccia fra il mandrino della macchina utensile e il portautensile devono fornire la capacità di coppia e di carico flettente compatibile con le specifiche della macchina utensile. Le forze di taglio, soprattutto nella sgrossatura o nella lavorazione di materiali ad alta resistenza, generano momenti flettenti che possono superare i limiti dell’interfaccia prima di raggiungere i limiti di coppia. Combinando un’elevata forza di serraggio e livelli di interferenza ottimizzati, il KM4X garantisce un accoppiamento robusto, una rigidità estremamente elevata e capacità di carico flettente per delle prestazioni notevolmente migliorate nella lavorazione di leghe a elevata resistenza e altri materiali. Ciò significa maggiore velocità di asportazione del truciolo e più pezzi completati al giorno.

Il continuo sviluppo di materiali leggeri come le leghe al titanio, l’Inconel e le nuove leghe di alluminio è fortemente richiesto dalle imprese manifatturiere di molti settori. Questi materiali presentano in sé significativi problemi di lavorazione. E se si aggiungono le pressioni competitive, trovare soluzioni di produzione avanzate diventa una priorità fondamentale. I costruttori di macchine utensili hanno risposto con centri di fresatura e tornitura caratterizzati da maggiore rigidità e smorzamento sui mandrini, oltre a strutture e motori delle macchine di grosse dimensioni, il tutto per offrire la potenza, la coppia e le forze di spinta significative richieste, minimizzando nello stesso tempo le vibrazioni dannose che deteriorano la qualità dei pezzi e la vita dell’utensile.

Nella maggior parte dei casi, l’accoppiamento utensile-mandrino determina la quantità di materiale che è possibile asportare in una data operazione – commenta Doug Ewald, direttore gestione globale dei prodotti e dei sistemi di utensili presso Kennametal -. Ciò perché questa interfaccia deve sopportare carichi elevati, pur mantenendo la sua rigidità. Con i costanti progressi negli utensili da taglio e nei centri di lavoro, un accoppiamento mandrino che rende possibile la migliore utilizzazione della potenza disponibile è una considerazione importante da esaminare fin dalle prime fasi della pianificazione della produzione”.

Questa è una partnership sul sistema completo fra le nostre aziende – dichiara invece John Jacko, vicepresidente e direttore dell’Ufficio marketing Kennametal -. Con l’accoppiamento mandrino KM4X e la tecnologia innovativa di Sumitomo Electric, non c’è ragione per cui le imprese dovrebbero trattenersi dall’investigare le capacità di lavorazione a coppia elevata e l’alta velocità delle apparecchiature nuove ed esistenti. Ciò significa raggiungere il massimo potenziale delle proprie macchine utensili”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here