Pneumatica: sviluppo deciso o integrazione nella meccatronica?

0
111

La componentistica pneumatica riveste ancora un ruolo importante e strategico nell’automazione delle macchine? In caso di risposta affermativa, sorge il seguente interrogativo: per rimanere al passo dei tempi come dovrà evolvere di fronte alla palese tendenza al cambiamento delle esigenze dei  consumatori e, di conseguenza, al cambiamento degli obiettivi dei costruttori di macchine, sempre più orientati a una progettazione che ottimizzi prestazioni e costi allo scopo di ottenere standard di produttività sempre più alti? Attualmente i componenti utilizzati per la realizzazione di automatismi rivestono un ruolo sempre più strategico, tanto che la progettazione e la distribuzione degli stessi subisce sempre più l’influenzata delle nuove tendenze progettuali e commerciali manifestate dagli OEM in fase di selezione.

La pneumatica è una tecnologia di movimentazione e posizionamento veloce, affidabile e sicura. Nel corso dell’ultimo decennio, tuttavia, l’interfacciamento sempre più spinto con l’elettronica e la meccanica hanno ulteriormente incrementato l’affidabilità e la flessibilità dei componenti oltre a permettere un aumento delle prestazioni grazie a innovativi criteri di progettazione e soluzioni.  Nel mondo dell’automazione la qualità della prestazione è fondamentale per massimizzare la produttività; i sistemi automatizzati sono sottoposti a un numero sempre più alto di cicli di lavoro che mettono a dura prova la vita dei componenti e la loro affidabilità nel tempo. Di conseguenza, gli uffici tecnici delle aziende costruttrici pongono molta attenzione alle caratteristiche tecniche dei componenti e non si limitano più alla verifica dei dati di catalogo. Il processo di selezione di un componente, sia per la sostituzione di uno simile sia per una nuova applicazione, passa dal test sul campo e/o da prove teorico-pratiche effettuate in laboratorio o a bordo macchina. Ecco quindi che un servizio dedicato e la capacità di comprendere, interpretare e riprodurre le condizioni di lavoro in fase di test e proposta tecnica, sono qualità caratteristiche imprescindibili per un fornitore di componenti serio e affidabile. Il mercato della domanda tende sempre di più all’instaurazione di vere e proprie partnership con i fornitori, dei quali alcuni diventano via via strategici in quanto propositori di soluzioni adatte alle proprie esigenze.

La “customizzazione” non è quindi più intesa come la realizzazione di prodotti ad hoc, modificati a disegno o progettati specificatamente per il cliente, ma acquista un significato molto più ampio, che parte dalla interpretazione delle esigenze del cliente, lo studio delle sue applicazioni e la conoscenza delle sue aspettative. Ed è sempre più sinonimo di integrazione tra tecnologie, dove la meccanica e l’elettronica possono potenziare in modo determinante le prestazioni della tecnologia fluidica.

Dal punto di vista della gamma di prodotto, Pneumax realizza una nuova generazione di componenti in gradi di soddisfare i più alti requisiti richiesti dal settore, sia in esecuzione standard sia in caso di personalizzazioni dedicate. In ogni ambito industriale Pneumax propone la giusta soluzione circuitale. L’ampia gamma di attuatori e manipolazione, alimentata dalle unità di valvole di ultima generazione abilitate all’interfacciamento elettronico con tutti i protocolli seriali presenti sul mercato e la tecnologia proporzionale di ultima generazione, garantiscono la massima efficienza e permettono una diretta e indiretta riduzione dei costi di installazione e i consumi energetici. Questi ultimi, uniti all’aumento della produttività, rappresentano un significativo plus per i clienti.

di Andrea Malambri (andrea.malambri@tecnichenuove.com)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here